Riapre la possibilità di denunciare pozzi irrigui




Venerdì 7 ottobre, nel Supplemento Ordinario della GURS n. 43, è stato pubblicato il seguente testo di legge:
Disposizioni per favorire l'economia. Disposizioni varie.
LEGGE n. 20 del 29 settembre 2016 art. 19 così recita:
Disposizioni in materia di denuncia dei pozzi
«Pozzi. – 1. Tutti i pozzi esistenti, a qualunque uso adibiti, ancorché
non utilizzati, sono denunciati dai proprietari, possessori o utilizzatori
alla regione o provincia autonoma nonché alla provincia
competente per territorio, entro dodici mesi dalla data di entrata in
vigore del presente decreto legislativo. A seguito della denuncia, l’ufficio
competente procede agli adempimenti di cui all’art. 103 del
testo unico approvato con regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775.
La omessa denuncia dei pozzi diversi da quelli previsti dall’art. 93 del
citato testo unico nel termine di cui sopra è punita con la sanzione
amministrativa del pagamento di una somma da lire duecentomila a
lire unmilioneduecentomila; il pozzo può essere sottoposto a sequestro
ed è comunque soggetto a chiusura a spese del trasgressore allorché
divenga definitivo il provvedimento che applica la sanzione. Valgono
le disposizioni della legge 24 novembre 1981, n. 689.



Scarica la Gazzetta completa qui.


Condividi questo articolo!